Home Iscrizione online Commenti Statistiche ANVO Mappa del sito Sommario
 
 

Da trasporto


Torna su Da trasporto Cerimonie Cheope Tutankhamon Commerciale Ra II

 

E. Effalli
G. Ravani

Note storiche

Le imbarcazioni egizie da trasporto erano anche di notevoli dimensioni se potevano trasportare gli enormi blocchi di pietra usati per la costruzione delle piramidi. Per cui non potevano essere costruite con i fasci di papiro. In Egitto si registrava una mancanza di materia prima per la costruzione delle imbarcazione e si importò il legno dal Libano cosa che diede maggiore impulso allo sviluppo navale e che è dimostrato dalla nave di Cheope del 2577 a. C. Le navi costruite con il legno libanese venivano chiamate Kebenti, ossia navi di Biblo, città fenicia sulla costa del Libano. Le parti del fasciame che costituivano il fondo dello scafo dell’imbarcazione erano cuciti tra di esse con cuciture trasversali e unite testa a testa senza incastri con una conseguente mancanza di unità strutturale; le tavole delle fiancate, per evitare lo scivolamento tra le assi, venivano sagomate, si creavano forme complementari tra le tavole del fasciame per dare solidità e unità strutturale all’imbarcazione. Inoltre tramite l’uso di cavicchi e biette inserite  trasversalmente alle tavole si bloccavano ulteriormente le assi tra loro.

Notizie storiche tratte da "Le imbarcazioni Egizie e le Sutiles Naves" di Guadagnino Giancarlo


Modello di E.Effalli

Modello di G.Ravani


    Home | Torna su | Da trasporto | Cerimonie | Cheope | Tutankhamon | Commerciale | Ra II
 
Inviare a webmaster@anvo.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web
Copyright © 2009 Associazione Navimodellisti Valle Olona