Home Iscrizione online Commenti Statistiche ANVO Mappa del sito Sommario
 
 

Amerigo Vespucci


Torna su Mostre Amerigo Vespucci Palinuro

 

A bordo dell'Amerigo Vespucci

La Spezia 9 novembre 2006

 

 

Credo che non ci sia italiano che non conosca la nostra nave scuola Amerigo Vespucci.

Penso anche di non essere smentito nel dire che a livello modellistico è la nave della Marina Militare Italiana più riprodotta. Se tutto questo è vero una ragione c'è.

E' bella !! Chissà quanti aggettivi si possono trovare per questa nave, tutti egualmente giusti, appropriati, esaltanti ed elogiativi; io non trovandone di nuovi esprimo la sensazione che ho avuto vedendola.

Una nave senza tempo! Ha il fascino delle cose di una volta, ma non è vecchia.

Ha molti anni sulle spalle ma tutto ciò che la riguarda è talmente efficiente ordinato pulito che sembra uscita dal cantiere il giorno prima.

Tralascio quindi di parlare dei particolari della nave perché potete trovare su di lei tanta di quella documentazione che qualsiasi cosa aggiunga sarebbe superflua. Avete notato che ho usato il "lei" mentre avrei dovuto dire "essa" riferito a una cosa. Non per la Vespucci, lei non è una cosa è troppo viva, troppo intrigante.

Lei impone rispetto e contemporaneamente, come una sirena, ti ammalia e ti chiama a fare parte del suo harem. Per chi, come me, ha nella testa di modellista navale solo i rimorchiatori, le barche da lavoro o moderne, questa nave me l'ha giocata bella.

Mi ha proprio adescato e mi ha fatto diventare un suo acceso ammiratore. Però non è solo merito suo.

Eh si!! bisogna che la "signora"si dia anche un po' di contegno, infatti a mio giudizio l'aspetto non è tutto. L'esteriorità è importantissima, anzi è la prima cosa che colpisce in una "signora" ma poi devi guardarla dentro devi capire di che animo è, capire se è solo la bellezza che può darti o se è anche di buon carattere. Chi se non i componenti del suo equipaggio possono farti capire questo? Chi se non loro, sono l'anima, il motore, il carattere, di questa nave? Senza di loro avremmo un bell'oggetto statico, senza vita,"da museo"

Probabilmente ci deve essere uno strano matrimonio tra la nave e l'equipaggio, mi spiego meglio: sono salito a bordo di altre unità della Marina Militare e in tutte le occasioni ho trovato un comportamento irreprensibile e gentile ma apparentemente di distacco e di dovuta formalità. Durante la nostra visita sulla Vespucci invece, abbiamo trovato un' accoglienza, una cortesia, una disponibilità che ci ha fatto sentire subito a nostro agio. Sarà la nave o gli uomini? Sicuramente tutte e due le cose. E che dire dell'attenzione degli Ufficiali verso i nostri lavori? Cioè i nostri modelli, le riproduzioni fotografiche dei quali sono state presentate dai nostri anfitrioni? Veramente sorprendente. Abbiamo potuto parlare con il Comandante ed il suo Vice di modellismo, seppure brevemente, ma in modo attento e cordiale, ricevendo degli elogi da fare arrossire. Non solo, ma scoprire che certe sensazioni, piaceri e sogni che il modellismo produce sono perfettamente in sintonia con il pensiero di questi uomini, che conducono il fiore all'occhiello della nostra Marina Militare Italiana in giro per mondo, vale più che medaglie o attestati.

Come ringraziare allora le persone? Semplicemente ma intensamente dicendo GRAZIE.

Prima di tutto a quei modellisti che in anni di lavoro hanno eseguito dei capolavori.

Poi, ancora, al Comandante e a tutte le persone che ci hanno accolto a bordo. All'artefice della visita che ha magistralmente organizzato la trasferta a La Spezia e in ultimo, ma non ultimi, a tutti i sedici soci che con tanto entusiasmo hanno partecipato.

 

Rolando.


    Home | Torna su | Mostre | Amerigo Vespucci | Palinuro
 
Inviare a webmaster@anvo.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web
Copyright © 2009 Associazione Navimodellisti Valle Olona